Inizia Qui! un Appuntamento? Fare bambini la Salute delle Donne Contattami


Trovate 9589 domande e risposte con ""


ciao volevo chiederle cosa signifa la presenza di muchi gialli e tanti il giorno dopo aver avuto un rapporto.
(mariangela, 28/05/2009- Domanda n° 8962)

Giulio In realtà "muchi gialli" è un poco troppo generico per darti un parere. Ti ricordo però che se alle perdite si associano sintomi come prurito o bruciore allora si può trattare di vaginite e occorre una visita medica.
Giulio

Gentile dott. Lanzi, ho ventotto anni e sono alla mia prima gravidanza. A 6 settimane esatte sono corsa in PS per delle perditine ematiche marroncine. Mi hanno fatto un'eco transvaginale e hanno rilevato la sola presenza di una camera gestazionale. A 6+3 sono tornata di nuovo in PS per delle perdite ematiche rosse e a distanza di soli tre giorni, sempre con eco transvaginale, hanno rilevato la presenza di due camere gestazionali ciascuna delle quali contenente il sacco vitellino. Mi hanno anche consigliato di prendere il Progesterone e di stare a riposo. Ieri, a 8+1 sono tornata in ospedale per l'ecografia del primo trimestre e il ginecologo facendomi l'ecografia ha visto solo una camera gestazionale ma senza sacco vitellino. Mi ha consigliato di fare un'altra eco dopo una settimana perché potrei essere di 7 settimane anziché di 8, ma mi ha anche detto che le possibilità che si veda l'embrione sono quasi zero. Quello che mi chiedo è come sia possibile che a 6+3 si vedevano due camere e due sacchi e adesso a 8+1 si vede solo una camera, senza sacco. So che nelle gravidanze gemellari una camera può essere riassorbita, ma perché nell'altra non si vede neanche più il sacco vitellino? È normale una cosa del genere? La ringrazio molto per la sua disponibilità. Cordiali saluti
(Marilisa, 28/05/2009- Domanda n° 8961)

Giulio Potrebbe darsi che una delle due camere gestazionali si sia involuta, devo dirti che da quanto mi scrivi non sarei ottimista sulla evolutività della gravidanza.
Giulio

Ogni tanto, cioè non tutte le volte che mi vengono le mestruazioni, mi capita un 'ciclo con molti grumi', anche di due/tre cm. Mi accorgo del loro arrivo perché avverto dolore e uggiolina all'interno della vagina... che, però, passano immediatamente poco prima dell'espulsione del grumo. Solitamente i grumi sono più grossi i primi due/tre gg del ciclo, per poi essere minimi frammenti, di tanto in tanto, via via che ci si avvicina alla fine. Premetto che non ho mai avuto gravidanze, aborti, e non sono incinta. Lo scorso 15 aprile ho effettuato una visita ginecologica con ecografia e tutto era regolare, non c'erano fibromi o altro, se non un piccolissimo polipo peduncolato del collo cervicale, tolto al momento, di cui aspetto ancora l'esito dell'esame istologico (spererei in niente di grave, in base alle parole del medico, faccio male?). Non ho perdite extra ciclo, ho cicli di 29/33-34 gg, ma è il mio normale, non ho mestruazioni particolarmente dolorose: mi capita di usare al massimo una o due Analgesici, prese una alla volta, in tutta la durata del ciclo. Ho l'utero retroverso. Non saprei cos'altro aggiungere... Ho letto di fibromi che possano essere la causa dei grumi, ma dall'eco intravaginale si sarebbero visti, no? O mi sbaglio? Sarei molto felice di avere una sua delucidazione in merito e, magari, qualche rassicurazione o consiglio. Grazie.
(Tarina, 27/05/2009- Domanda n° 8960)

Giulio Una volta escluse le cause "fisiche" stante l'ecografia negativa bisognerebbe indagare quelle funzionali la tua menorragia (mestruazione troppo abbondante) potrebbe dipendere da un squilibrio ormonale facilmente corregibile coi farmaci.
Giulio

buonasera vorrei sapere dott. lanzi quado tempo dura un cesareo con legatura delle tube un grazie anicipato
(gerardina, 27/05/2009- Domanda n° 8959)

Giulio Se intendi la durata dell'intervento circa 1 ora (la legatura delle tube impegna solo qualche minuto).
Giulio

GENTILE DOTTORE, LO SO CHE FORSE QUELLO CHE LE CHIEDO NON RIENTRA NELLA SUA COMPETENZA MA SONO NEL PALLONE E, DATO CHE DOVRO' ASPETTARE UNA SETTIMANA, VORREI UN SUO PARERE. DOPO UNA VISITA GINECOLOGICA MI SONO STATE PRESCRITTE DELLE ANALISI GENERALI, CHE HANNO RISCONTRATO DEI VALORI NELLA NORMA, TRANNE MCV 71.8 (valori di riferimento 80.0 - 99.0)... NEGLI ESAMI URINE PERO' DUE VALORI SONO ALTISSIMI: ESTERASI LEUCOCITARIA = 100 (fino a 25) E LEUCOCITI 203 (fino a 15). Cosa puo' essere? Mi devo preoccupare? La prego di rispondermi quanto prima... Cordiali Saluti, Roberta
(SILVIA, 27/05/2009- Domanda n° 8958)

Giulio Probabilmente hai na infezione delle vie urinarie... credo che il tuo medico ti prescriverà una urinocoltura.
Giulio

Gentilissimo dottore prima di tutto la ringrazio per la sua disponibilita'. Sono alla 9 settimana di gravidanza e stamattina pesandoni ho notato di aver perso circa 700-800 grammi rispetto all'ultima volta che mi sono pesata. Tengo a precisare che a differenza di prima di essere incinta mangio molto di meno, mentre prima mangiavo qualsiasi cosa a tutte le ore soprattutto dolciumi e cibi molto calorici. La mia paura e' che ci possa essere qualcosa che non va alla mia gravidanza. Secondo lei c'e' qualcosa che non va? Grazie
(anna, 27/05/2009- Domanda n° 8957)

Giulio Nonsi può mettere in relazione il tuo lieve calo ponderale con un possibile rischio per la gravidanza in corso, direi invece che questo sia la conseguenza della correzione delle tue abitudini alimentari un poco troppo incontrollate.
Giulio

Gentile dottore, mio figlio è nato il 25 gennaio scorso. Dopo molte difficoltà (capezzolo retratto) con molta tenacia quando aveva quasi un mese sono riuscita ad allattarlo al seno al 70% integrando con latte artificiale, ora ha 4 mesi e lo allatto ancora. Ho 37 anni e desideriamo presto un altro figlio, so che è possibile ma non probabile durante l'allattamento, devo aspettare di interrompere totalmente? vorrei continuare il più a lungo possibile ad allattarlo visto la fatica che ho fatto e per proteggerlo (ci siamo trasferiti all'estero quando aveva 3 mesi). Qualche giorno fà ho avuto per 2 gg dolori tipo mestruali e lievissime perdite (qualche goccia), si tratta delle mestruazioni? Se dovessi rimanere incinta come farei a saperlo dato che non ho il ciclo?
(antonella, 27/05/2009- Domanda n° 8956)

Giulio E' possibile tu possa concepire anche allattando (e probabilmente la tua forse mestruazione ne è la dimostrazione) in caso di ricomparsa di un ciclo regolare potrai classicamente sospettare un concepimento in caso di ritardo altrimenti dovrai affidarti agli altri segni collaterali come il turgore del seno, le nausee etc. nel dubbio fai un test.
Giulio

Salve Dott.! Grazie mille per le sue risposte e per il suo interesse. Ho bisogno di un ulteriore suo consiglio. Le ho detto che sono seguita da un centro universitario di sterilitá e infertilitá e lì, a causa del mio scarso endometrio, mi hano dato 4 fiale di Estradiolo-Depot 10mg, da prendere tramite iniezione per 4 settimane sempre lo stesso giorno . Avrei dovuto iniziare qualche giorno dopo il ciclo. ( ultimo ciclo 22 Maggio e stavolta piu´abbondante delle altre volte; è un buon segno del miglioramento "naturale" dell´endometrio?). Dovevo iniziare ieri e poiché il centro non é vicino a dove abito io, hanno detto che poteva fare l´iniezione il mio ginecologo... ma questi ieri si é rifiutato di farlo, perch´lui é certo che il mio problema sia dipeso dalla iniezione trimestrale e che per "smaltirla" completamente a volte occorrono due anni:-/. Lui dice che devo solo aspettare che il mio corpo si "riaggiusti" da solo e posso provare tanquillamente a riavere un bambino senza "sforzare" inutilmente il mio corpo. Se l´ho avuto giá la prima volta senza problemi, posso riaverlo anche la seconda volta,dice lui. Anche perche´dice, che questo Estradiolo-Depot, migliora l´endometrio, ma peggiora l´ovulazione e crea inutile pressione sulle ovaie. Cosa ne pensa lei? Anch´io non vorrei sforzare ilmio corpo "inutilmente", ma nello stesso tempo vorrei potere avere un altro bimbo il prima possibile, e la parola "attendere" mi spaventa. E poi se il mio endometrio é scarso e dovrei riuscire a rimanere incinta naturlamente, non rischio un aborto? Grazie infinitamente
(Alessandra, 27/05/2009- Domanda n° 8955)

Giulio Ti confesso che il tuo caso è un poco "strano" e che i tattamenti cui sei stata sottoposta sono poco utilizzati nella ginecologia Italiana. Visto però che è consigliabile seguie i consigli di un solo specialista e che l'amenorrea che lamenti è probabilmente un effetto collaterale dell'anticoncezionale di lunga durata prescritto dal tuo ginecologo riterrei più affidabile il consiglio del centro di infertilità.
Giulio

Gentile dottore, in riferimento alla domanda 8723, mi disse di parlare col ginecologo per valutare la condizione dei tessuti. Quello che io ora le chiedo e questo: E' necessario parlare con il ginecologo, o, e' anche possibile vedere cio' con una ecografia? Lo chiedo perche' essendo ultimamente irreperibile (per motivi familiari) un'altra ginecologa, mi ha riferito che si puo' fare anche in questo modo, ma essendo io titubante, lo chiedo a lei. Grazie anticipatamente.
(alessia , 26/05/2009- Domanda n° 8954)

Giulio Con l'ecografia si possono valutare gli spessori dell'utero ma il chirurgo può ricordare i dettagli dei suoi tessuti, se ci fossero aderenze e altri particolari importanti.
Giulio

Gentilissimo dottor Lanzi, siamo genitori di due bimbi (nati nel 2000 e nel 2002), da un anno, però, cerchiamo una terza gravidanza. Gli ultimi tre tentativi non sono andati a buon fine visto che due si sono interrotti alla 9°/10° settimana, mentre uno si era rivelato un "uovo chiaro". Il nostro ginecologo ci ha pertanto detto di aspettare per un altro tentativo, prescrivendoci una serie di esami, che abbiamo già eseguito e che le indichiamo di seguito: - ACA IGM = 51,6 Val.Rif. 12,5 - ACA IGG = 13,9 15 - Prot. S = 109 120 - Prot. B = 2,8 > 2 - Prot.C = 127.4 120 - PTT = 0.96 < 1,2 - DRVVT = 1,02 < 1,2 - Ricerca LAC NEGATIVA - OMOCISTEINA = 8,86 3,36 - 20 Estrazione DNA Fattore II e Fattore V = Tutto nella norma. Visto che sono elevati i valori di ACA IGM e della Proteina C, e' possibile che siano loro la causa della poliabortività? Da questi valori è possibile sospettare di sindrome da anticorpi anti fosfolipidi, o semplicemente sarebbe da attribuire ad un transitorio processo infettivo/infiammatorio? E quale sarebbe la terapia da seguire? Inoltre, in data 18/05/2009 mia moglie ha fatto bhcg che sono risultate positive 66, le abbiamo ripetute in data 20/05 e sono risultate 142, ripetute in data 26/05 sono risultate 795. Se inizialmente le bhcg si sono raddoppiate in due giorni, con il terzo valore risultano raddoppiate ogni tre giorni. Secondo Lei questi valori fanno ben sperare. Le premettiamo, pero', il 07/03/2009 mia moglie è stata sottoposta a revisione uterina per aborto. Il 07/04/2009 ha avuto l'ultimo ciclo mestruale. Abbiamo avuto rapporti protetti sino al 30/04/2009, e successivamente, credendo di trovarci in una fase sicura, abbiamo avuto rapporti non protetti (molto probabilmente il 02/05, 04/05). Secondo Lei e' possibile che mia moglie abbia ovulato così in ritardo? Comunque tra tre giorni ripeteremo l'esame bhcg sperando in buoni risultati. Al momento non abbiamo avuto la possibilità di contattare il nostro ginecologo, perchè fuori città, e perciò abbiamo iniziato la terapia prescritta negli altri casi: ovulo di progesterone, aspirenetta, acido folico e lattoglobulina. Stiamo procedendo bene? La ringraziamo per l'attenzione concessaci.
(nicola, 26/05/2009- Domanda n° 8953)

Giulio I valori salgono bene (controlla il grafico nella sezione "parliamo di" di questo sito. Il valore dell' ACA può essere gestito con calma al ritorno del tuo medico il quale potrebbe verificare altri tipi di autoanticorpi prima di prescriverti una terapia.
Giulio

Pagina precedente - Pagina successiva



Inserisci una parola o una frase e cerca fra le domande e le risposte:


Lasciando lo spazio vuoto, è possibile sfogliare tutte le risposte in ordine cronologico.




Non hai trovato la risposta che cercavi? Clicca qui.

 
Le Bufale della NonnaInizia da qui!Parliamo di Le Bufale della NonnaInizia da qui!