Le vostre domande
le mie risposte

  • Home
  • Domande & risposte

Domande & Risposte

Negli anni ho risposto con piacere ad oltre 7.300 domande e le risposte le trovate qui di seguito. Vi invito a cercare all'interno del sito tramite la funzione cerca presente nel menù.

Se invece pensate ce ne sia bisogno, non esitate a contattarmi.

Giulio     


 

Buongiorno e grazie per il vostro utile servizio. Sono alla 29+5. Ho iniziato la gravidanza con un buon sovrappeso e quindi sono stata molto attenta a non ingrassare. Ad oggi ho preso poco meno di 5 Kg. Un mese fa che avevo preso un kg di troppo l'ho anche perso. Mi è venuto però un dubbio: la mia bimba starà comunque crescendo? Ho fatto l'ultima ecografia ad ottobre e la prossima il 20 gennaio, quindi non ho il polso della sua crescita. Può essere che in realtà stia dimagrendo io e che la mia bimba invece cresca? Nell'ultimo mese non ho preso neanche un kg. So che è importante non prendere troppi Kg... ma i bimbi crescono lo stesso? Grazie mille Buone feste
maria

Si i bimbi crescono lo stesso, ma ridurre l'apporto calorico in gravidanza è cosa delicata che deve essere fatta sotto controllo medico badando oltre che alla qualità e quantità del cibo assunto anche alla distribuzione dei pasti durante il giorno, la glicemia in gravidanza, infatti, cala molto rapidamente e non bisogna passare molte ore a digiuno.

Gent.mo dott. Lanzi, La disturbo ancora una volta, ma sono preoccupatissima e vorrei chiedere un Suo gentile parere. Effettuata IVG il 23/11/06 x trisomia, HCG il 11/12/06 (dopo 18 gg dall'intervento) pari a 101, ecografia in data 19/12/06 evidenzia un coagulo di placenta, mestruzioni in data 24/12/06 durate solo 3 giorni (flusso abbondante x 2 gg. e poi di colpo più nessuna perdita), oggi 27/12/06 effettuato di nuovo HCG (dopo 34 gg dall'interv) pari a 11. Sono molto in ansia visto che il ciclo è durato pochissimo e temo di non aver esplulso il residuo evidenziato dall'eco (il mio normale ciclo è sempre durato in media 3/4 gg)e sono terrorizzata al solo pensiero di un altro raschiamento. I valori di HCG come mai sono ancora presenti anche se è arrivato il ciclo? Devo fare ulteriori esami, ecografie o visite? La ringrazio ancora infinitamente per Sua disponibilità. Auguri di Buon Anno Nuovo....davvero di cuore!
MARA

Credo ci siano buone possibilità che con le perdite riferite tu abbia espulso il materiale residuo. Il dosaggio di 11 è vicino alla negatività. Credo che se effettuerai un dosaggio o una ecografia nelle prossime settimane verificherai che la situazione si sarà azzerata. Grazie degli auguri.

DOTT. LANZI, MIA MOGLIE E' ALLA 13A SETTIMANA DI GRAVIDANZA, DALL'ECOGRAFIA SI EVINCE UNA CAMERA GESTAZIONALE DIVISA IN DUE DA UNA MEMBRANA NON MEGLIO IDENTIFICATA, POTREBBE ESSERE DANNOSO PER IL FETO ? E SE SI, PERCHE? E' POSSIBILE ACCERTARSI CHE NON SIANO DUE CAMERE DISTINTE DI CUI UNA VUOTA? COSA POSSIAMO FARE PER PREVENIRE EVENTUALI RISCHI O PROBLEMI? GRAZIE.
GINO

Rispondo prima alla seconda domanda, non c'è nulla che si possa fare sia di profilattico che terapeutico. Per quanto riguarda la membrana la descrizione è piuttosto generica, se vuole, mi mandi l'esame foto comprese su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. di modo che possa dirle qualcosa di più specifico.

buonasera dottore purtroppo ieri sera invece di brindare al nuovo anno a casa sono dovuta correre in ospedale per abbondanti perdite ematiche di colore rosso molto chiaro. Lì ho trovato una neo laureata che mi ha fatto una transvaginale e mi ha detto testuali parole :<< il feto è attivo ,il battito regolare non ci sono distacchi di placenta, ma c'è sangue che non riesco a capire da dove provenga>>. Mi ha rimandato a casa consigliandomi vasosuprina e riposo assoluto per due giorni. ma secondo lei è una diagnosi soddisfacente???? Ho i miei dubbi. Il mio gine è irreperibile la prego mi dica lei cosa può essere successo e quali conseguenze può avere, io sono alla 14 settimana. Da premettere che già stasera non ho più perdite ma dei leggeri dolori al basso ventre. La prego mi tranquillizzi lei. Ringraziandola di cuore la saluto Rita
rita

Il fatto che non ci siano distacchi visibili e il battito sia presente è un fattore positivo, mentre la presenza di sangue è corretto richieda terapia. Io nelle mie pazienti alla 14ª settimana prescrivo il Butilbromuro di Scopolamina perché credo che il farmaco che citi non sia sufficientemente attivo in questa epoca. Per il riposo è buona norma osservarlo ma non è necessario stare sempre a letto o sdraiata. Senti se il tuo medico la pensa come me.

Salve a tutti e buon Anno !!!!!!!!! Sono alla XIII di gestazione e circa 2 gg fà sono caduta dalla scale battendo (abbastanza forte) un'anca e la spalla. Non ho battuto l'addome xò mi sono molto spaventata e dopo qualche ora ho avuto forti capogiri e nient'altro. Potrebbe essere successo qualcosa, dovrei allarmarmi ? Inoltre vorrei chiedervi un'altra cosa, 2 settimane fa ho fatto la translucenza + il btest, i quali sembrano aver dato ottimi risultati, ora (considerato che ho 40 anni) che attendibilità hanno qesti ultimi rispetto all'amniocentesi che invece mi fornisce un risultato certo al 100 %? La mia paura è quella di avere complicazioni dopo l'amniocentesi, infatti (pur avendola già fatta 3 anni fa x il mio 1° bambino) ho sentito in giro cose molto negative in proposito, e la cosa che sembra accadere + di frequente è la perdita di liquido amniotico che compromette sicuramente il buon esito della gravidanza! COMUNQUE HO ANCORA QUALCHE SETTIMANA X DECIDERE!!!!!!!!!! Ciao e grazie Stefania
stefania

Se non ci sono complicazioni dopo due giorni il pericolo è passato. Per i Test sono molto attendibili nel quantificare il rischio quindi si ha una risposta del tipo 'probabilità di sindrome di Down 1:400' il valore è piuttosto preciso e attendibile, la probabilità bassa ma senza amniocentesi una delle 400 ipotetiche donne potrebbe partorire un bimbo affetto dalla sindrome.

Buon Anno a tutti voi!Volevo sapere,visto che da più di una settimana ho una forte tosse,se tossendo molto posso creare dei problemi al bambino!Sono ora alla 31°settimana.E inoltre cosa posso fare per sedare un pò la tosse,non potendo prendere farmaci?Grazie!
Romina

Se si tratta di una tosse non intensissima i rischi non sono elevati (del resto ti accorgeresti di eventuale att. contrattile). La Bromexina e altri farmaci si possono usare per sedare la tosse, senti il tuo medico.

buonasera dottore sono ancora Rita, le mie perdite sussistono e a volte anche abbondanti, però finalmente sono riuscita a contattare e a farmi visitare dal mio gine, il quale mi ha riscontrato una placenta previa laterale. Lui mi ha detto di non preoccuparmi in quando nella maggior perte dei casi risale con il progredire della gravidanza, e mi ha prescritto riposo e vasosuprina ogni 8 ore. Secondo lei posso davvero stare tranquilla? E se non dovesse risalire cosa succederebbe a me e al mio bambino, le ricordo che sono alla 14+2. La prego sono davvero preoccupata mi dica lei qualcosa in più. La ringrazio per i suoi preziosi consigli, mi creda io ho tanta fiducia in lei. Rita
rita

Il tuo medico dice bene, spessissimo il bordo placentare 'risale' nei casi in cui questo non avvenga si dovrà ricorrere al taglio cesareo in quanto la testina del bimbo non potrebbe passare senza fare sanguinare la placenta.
Grazie della fiducia.

Grazie per la risposta immediata alla domanda 2154 Il centro analisi notando una differenza con il valore precedente delle IGG Rosolia ha rifatto i test ma il valore era confermato. Mia moglie sembra che tra il 02/07 ed il 29/12 abbia prodotto gli anticorpi della rosolia (il valore IGM è rimasto costante a 0.08). E' possibile che non risulti traccia della infezione recente dal valore delle IGM?? Posso sperare in un errore delle prime analisi (se non le avessimo fatte questa preoccupazione non ci sarebbe stata). Grazie di tutto.
Lello

Visto che le analisi attuali sono state verificate non resta che pensare a un errore in quelle preliminari.

Sono alla 13ma settima e ieri avevo un dolore persistente sotto il seno sinistro che si rifletteva alla stessa altezza nella parte posteriore. Lo stesso dolore l'ho avuto circa 2 anni fa , a distanza di (+ o -) 8 mesi dal parto, feci un'ecografia ma non risultò nulla. Può essere legato alla gravidanza o dovrei fare ulteriori controlli ? Ciao Stefi
stefania

Cara Stefania, purtroppo ho pochi elementi per darti un parere, in questi casi è infatti necessario visitare ed effettuare alcune manovre per capire meglio da cosa possa originare il dolore. In sostanza se il sintomo persiste dovrai parlarne col tuo medico.

buongiorno e complimenti per il servizio che ci date..sono alla 12+4 ieri ho fatto bitest con crl 63,5 nt 1.3 parità 1001...potete spiegarmi se va bene o no? grazie e saluti
ilaria

Ilaria, potrebbe essere che tu non mi abbia dato tutti i parametri, manca infatti il calcolo del rischio, forse te lo consegneranno in un secondo tempo.

Gentili dottori, mi trovo a 40 settimane + 6 giorni. Da una visita questa mattina: la testa della bimba è ancora alta, il collo dell'utero chiuso; il liquido amniotico ha però subito un brusco calo rispetto alla settimana passata, e ora è a 60. La placenta presenta alcune aree di calcificazione. Mi hanno quindi proposto un ricovero per induzione per domani e questo mi è un po' dispiaciuto perchè speravo di concludere la gravidanza in modo più naturale. Quali rischi può correre la bimba scegliendo piuttosto un'attesa di qualche giorno attentamente monitorata? Colgo l'occasione per augurarvi uno splendido anno. Grazie Francesca
francesca

Francesca, riduzione del liquido e aspetto ecografico della placenta sono segni che fanno capire che il sistema di sostentamento del bimbo stà esaurendosi. Una induzione se condotta bene e portata avanti cercando di arrivare ad un parto spontaneo senza però correre rischi è molto simile al travaglio spontaneo. Spesso si tratta infatti solo di dare una 'spintarella' al sistema per farlo partire. Altre volte invece servono più somministrazioni per raggiungere lo scopo. Facci sapere come sono andate le cose.

Gentilissimo dottore sono ancora rita, riguardo alla mia placenta previa laterale mi è stato detto che farò un parto prematuro (voci di corridoio) . Lei cosa ne pensa è vero? E se è vero di quante settimane si accorcerebbe il parto? Mi scusi se la domanda è stupida, ma vede io sono molto ansiosa. La ringrazio per la sua pazienza. Rita
rita

Rita, permettimi una battuta, cambia corridoio sono pronto a scommettere che la tua placenta risalirà.

Gentile dottor Giulio, sono a 29 settimane. Ieri ho fatto la visita di controllo e dall'ecografia è emersa una circonferenza cranica superiore alla media. Purtroppo non ho la misura esatta rilevata, ma corrispondeva ad un epoca gestazionale di circa 3 settimane anteriore a quella rilevata attraverso la misurazione di femore e addome. Ho chiesto ragguagli al medico, che ha commentato la cosa dicendomi che il bambino ha 'un testone'...in realtà io sono un po' preoccupata. Preciso che il feto sin dall'inizio si è mostrato costituzionalmente + grosso (nella domanda 1278 ho riportato i dati della morfologica), ed anche la misura attuale del femore è probabilmente + lunga (60 mm) ma mi sembra che attualmente lo scarto con la circonferenza cranica sia troppo alto. In ogni caso dovrei fare un'ecografia di accrescimento fetale intorno alla 33ma settimana. Ecco, mi chiedo se effettivamente i miei timori sono fondati oppure se può capitare un fenomeno simile. Ho sentito parlare di idrocefalia, non ho voluto approfondire l'argomento perchè sono spaventata. E se si trattasse di un'anomalia, l'ecografia a 33 settimane è troppo avanti nei tempi? La ringrazio sin da ora. mari
Mariantonietta

Mariantonietta, l'ecografia permette non solo di misurare ma anche controllare la forma degli organi. L' idrocefalia ad esempio oltre all'aumento delle dimensioni della testa comporta importanti alterazioni delle strutture encefaliche. Se nulla di questo ti è stato comunicato resta solo un bimbo grande con testa grande il che semmai avrà importanza nel valutare le modalità del parto.

Ho 29 anni, e alle spalle un aborto interno alla nona settimana, misurando la temperatura basale ho notato che la seconda fase del ciclo è breve, dura al massimo 10 giorni,premettendo che la prima gravidanza l'ho ottenuta con una cura di tre mesi di clomid, anche se il mio ginecologo dice che non c'rano problemi e che la cua è stata relativa, vorrei riprovare ad avere una gravidanza, sono tre mesi che ci ripovo, ma ancoa niente come mi devo comportae devo riutilizzare il clomid? grazie per i suoi consigli.
daniela

Credo dovresti seguire i consigli di chi avendoti seguita ti conosce, per la stimolazione ovarica serve infatti una indicazione precisa e tre mesi di rapporti liberi sono davvero pochi per pensare ad una terapia sulla base solo di questo.

Buongiorno, ho effettuato un'ecografia alla 19+4 il medico mi ha misurato la velocimetria doppler e ha riscontrato un'anomalia, art. ombelicale 1,19 arteria ut. dx 0,80 ut.sin.0,70, ha detto di non preoccuparsi perchè in effetti era presto per effettuare questo esame ma l'ha segnato come controllo x la prox eco tra circa 4 settimane. Io però non ho capito bene di che anomalia si tratta nè cosa comporterebbe.Potete darmi una spiegazione per favore? vorrei aggiungere che ha effettauto anche le misurazioni fetali le scrivo così potete vedere se sono ok: BDP 43,4 CC 166 DTC 19 TRIGONO 5 CA 149 LF 31 GRAZIE 1000 SILVIA
silvia

Silvia, la flussimetria serve a determinare le resistenze dei vasi e la velocità dei flussi interni ad esse. Si effettua di norma a fine gravidanza o quando si sospettano anomalie di 'nutrimento fetale'. Per il tuo caso in particolare l'esame è stato effettuato presto quando la maggior parte delle problematiche per cui si effettua non hanno ancora una incidenza rilevante, vedrai che sarà il tuo stesso medico a rassicurarti al prossimo controllo.

Buonasera, sono alla 30° settimana e da ieri ho le emorroidi infiammate che mi fanno nolto male. La mia ginecologa mi ha detto di prendere una pomata anonet plus ma il dolore non diminuisce, il farmacista mi ha consigliato arvenum in pastiglie e proctolyn pomata. Ho letto in qualche forum che l'Arvenum non viene più prescritto. La ginecologa mi ha detto che se ho proprio male è meglio prenderlo.Io non resisto più, Lei cosa ne pensa in proposito? Grazie.
simona

Secondo gli studi effettuati alla tua epoca gestazionale puoi tranquillamente assumere preparati a base di Oxerutina, senti se il tuo medico non vogla prescrivertene.

Buongiorno, ho 27 anni e sono alla 22+1. La gravidanza sta procedendo abbastanza bene, settimana scorsa ho fallo l'eco morfologica e sembra che il bambino stia bene e sia tutto nella norma. Da circa 3 settimane sto prendendo la vasosuprina, che la mia ginecologa mi ha prescritto per dei dolori che avevo anche se ha detto, durante l'ultima visita (18/12/06) che il collo dell'utero era ben chiuso. Vi scrivo però, perchè da una settimana più o meno, sto avvertendo delle contrazioni non dolorose: sento la pancia che si indurisce e preme sulla parte bassa dell'addome, sopra il pube. Mi capita varie volte al giorno e di sera. Faccio un lavoro d'ufficio e spesso quando mi alzo dalla scrivania mi capita di sentirle ad esempio. Sono pericolose? La prossima visita sarà il 22/01 e non so se avvisare prima la ginecologa di queste contrazioni. Grazie infinite.
Simona

Stai già facendo una terapia per ipercontrattilità uterina, credo tu debba avvertire il tuo medico di queste contrazioni.

Salve sono Maria, Volevo dirvi che qualche giorno fa sono stata a letto con la febbre ed il mio gin. mi ha consigliato Augmentin perchè la tachipirina non era sufficente. Volevo sapere ulteriormente se potevo stare tranquilla. UM.03/10/06 2 volte al gg. X 3 gg
Maria

L'associazione di penicilline e Ac. Clavulanico non è sicurissima in gravidanza e si deve riservare a casi selezionati, meglio usare le ampicilline pure.

Salve. Le scrivo spesso e spero che anche questa volta mi sia di aiuto. Sono alla 21+6 e ho fatto oggi la morfologica. Le misure che mi ha visto sono : BDP 53 mm, CA 166 mm, Omero 38 mm, femore 39 mm e accrescimento armonico per un feto di 22-23 settimane. Alla fine però ha visto cisti bilaterali dei plessi corioidei di 7 mm...avendo controllato tutto, cuore, atri, ventricoli, aorta, arteria polmonare ed essendo normali anche le misure mi ha detto di stare tranquilla che si riassorbiranno....io infatti sono tranquilla ma tra quanto mi suggerisce di ricontrollare per verificare che almeno si siano rimpiccioliti? grazie mille...una curiosità ma queste cisti a cosa sono dovute? Grazie Francesca
Francesca

Sono reperti comuni e quasi sempre si riassorbono nel corso della gestazione, si tratta di piccoli vacuoli ripieni di liquor. Non sono necessari controlli più frequenti rispetto allo standard.

Salve, sono Maria Ho scritto ieri per Augmentin. Volevo sapere se devo preoccuparmi visto che l'ho assunto, e cosa potrebbe accadere al bambino! Grazie
Maria

No, è un farmaco comune che viene spesso prescritto, il tuo medico avrà sicuramente fatto un bilancio costi benefici.

Gentilissimi Giulio, Eliana ed Anna, sono diventata mamma da 4 giorni. Vi ho scritto diverse volte durante la gravidanza e mi avete sempre dato consigli giusti e rassicuranti. Vi voglio ringraziare di cuore! Francesca
francesca

Cara Francesca auguri vivissimi da tutto lo staff. Se hai modo mandaci qualche foto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Salve, avevo gia scritto...ormai sono 6 settimane che assumo dostinex... io mi sento solo un filino meglio, ma ieri sonon stata dall'endocrinologo, e mi ha detto che assolutamente per il mio problema il dostinex non che non vada bene ma e' la soluzione per risolvere il problema definitivamente. fra un mese devo rifare tutti i rx rnm e esami del sangue e poi tornare da lui...cosa mi aspetta?...tutto di nuovo il trantran tra un medico e l'altro..e poi??...nessuno mi sa dire nulla...ma non era una semplice iperprolattinemia?...vi ringrazio di cuore.
Alice

Alice non ho ben chiaro che tipo di intervento ti proponesse il collega. Hai elementi per essere più specifica?

Buonasera..Volevo chiedere..io assumo correttamente la pillola da marzo...prima miranova poi yasmin.Quando ho cominciato a prendere (a metà ottobre) yasmin la gine mi disse di aspettare l'arrivo delle mestruo della pillola precedente e prendere la pillola il primo giorno..cosi ho fatto ma le mie mestruazioni si sono bloccate..ho avuto poi solo una leggera perditina..Il ciclo successivo è risultato moooolto scarso (5 giorni ma sangue solo quando mi asciugavo anche se è venuto lo stesso giorno che le aspettavo)..il terzo ciclo è risultato normale (5 giorni con 3 di flusso normale e 2 di perdite) cosi come il quarto ciclo..Non avendo avuto rapporti sessuali da agosto ma solo del petting non è possibile che io sia incinta vero? anche perche a 4 mesi si vedrebbe un poco di pancia e ci sarebbe un leggero aumento di peso no? La seconda domanda è: perchè, nonostante assuma la pillola ho sempre delle perdite bianche e a volte trasparenti anche filamentose per tutta la durata del ciclo (dalla fine della mestruo all'inizio dell'altra)? ho fatto pap test e tamponi e non è risultato nulla fuori posto..Non capisco...che la pillola su di me non faccia effetto? Vi ringrazio sempre gentili
Cinzia

Non è chiaro cosa ti porti a pensare che nel tuo caso la pillola sia inefficace. Assumendo il farmaco le mestruazioni possono essere molto ridotte fino a quasi non comparire se assumi la nuova pillola al primo giorno. Se le perdite non sono maleodoranti oe non ci sono sintomi come prurito e bruciore non sono preoccupanti.

Buongiorno, sono alla 20 sett. in questi giorni da quando ho ripreso a lavorare mi sono accorta che ho spesso le caviglie gonfie, a volte anche la mattina (anche se non molto) è preoccupante? altro problema sono raffreddata e durante la notte mi capita di starnutire, questa notte mentre dormivo mi sono svegliata starnutendo ed ho avvertito x lo sforzo e probabilmente ero in una posizione particolare, un dolore forte alla pancia, che è sparito dopo circa 10 secondi ma era molto intenso cosa potrebbe essere stato? grazie silvia
SILVIA

Presta attenzione alla pressione e alla proteinuria e probabilmente hai avuto una contrazioncina riflessa.

Gentilissimi, vi ho già scritto una volta e le vostra risposta mi ha molto aiutata. avrei un altro quesito da sottoporvi. sono alla 33+5 di gravidanza e durante l'ecografia di accrescimento effettuata alla 32+3 anche se i parametri erano corretti ( d. biparetale cm. 7,7 circ. cran. 27,2 circ. add. cm. 25,0 femore cm. 6,0 flussimetria ok)hanno riscontrato che la settimana corrispondente era 31+4 (quindi feto leggermente + piccolo). oggi alla visita di controllo il mio ginecologo, pur tranquillizzandomi ha misurato l'utero e ha notato che effettivamente è leggermente + piccolo della settimana di gestazione corrispondente. mi ha prescritto solamente una nuova ecografia di controllo alla 36 settimana, per valutare se c'è un ritrado nella crescita o semplicemente la bimba è piccolina. io sono un po' in ansia, se dovesse risultare + piccola, a quest'epoca della gravidanza potrebbero esserci problemi di ritardo mentale oppure solo nel peso visto che tutte le ecografie e gli esami (compresa villocentesi) effettuati erano perfetti? grazie fin d'ora per la risposta. elena
elena

Chiariamo i concetti, la datazione (di quante settimane sia il feto) si effettua con le prime ecografie dopo le quali non è più precisa. Nel tuo caso quindi stiamo parlando di un bimbo piccolo per il quale bisogna capire se è piccolino di costituzione oppure perché arrivano pochi 'rifornimenti'. Se al prossimo controllo sarà cresciuto come prevedono i parametri allora si potrà capire che è una questione di costituzione, altrimenti bisognerà pensare che qualcosa non gli fà arrivare sufficiente nutrimento. Anche in questo caso non devi preoccuparti perché la tua epoca gestazionale è abbastanza avanzata da permettere al tuo medico (se necessario) di fare venire al mondo il tuo bimbo con un poco di anticipo.

gent. Dott. il 01/11/06 ho avuto il mio 2° aborto da uovo chiaro risoltosi senza raschaimento ma con l'assunzione di metergin.Secondo lei è necessario effettuare una isteroscopia, la mia gin. dice di no xchè la placenta cresce bene e dice che potrebbe essere un problema di embrione e non di utero così come confermato anche dalle numerose ecografie, premetto inoltre che io ho una mutazione genetica pedisponente alla trombosi in omozigote. Aggiungo inoltre che ieri ho avuto abbondanti perdite dovute all'avulazione quindi con muco filante ma leggermente rosa , a osa potrebbe essere dovuto ? GRAZIE
rita

In un caso come il tuo una isteroscopia è necessaria solo se ci sia un sospetto ecografico di malformazione uterina o di polipo o fibroma in cavità. Per le perditine periovulatorie sono comuni ma se ti preoccupano è necessaria una visita per capirne l'origine.

Una semplice curiosità: in caso si sospetti una gestosi, c'è modo di curarla o di limitare i danni? In che modo? Grazie.
Chiara

Una Gestosi è una complicanza puttosto importante in gravidanza. I parametri principali sono due: 1) Pressione alta sopra i 90 mmHg di min. e 140 mmHg di max. 2) Presenza di proteine nelle urine. Si può praticare una terapia medica che controlli la pressione e bisogna contemporaneamente monitorare strettamente il benessere fetale. Facendo un bilancio tra salute della mamma e del bimbo si deve decidere se. e in quali circostanze, fare nascere il bimbo in anticipo. Ora che le ho risposto, ho io il dubbio di avere creato delle ansie non necessarie. E' così sicura che nel suo caso ci sia un pericolo di gestosi?

Oggi, in seguito ad una notizia, ho avvertito prima un forte giramento di testa e poi un sussulto nella pancia, come se il bambino fosse sobbalzato. Dopo qualche minuto ho sentito gli slip umidi e una forte tensione nella fascia bassa dell'addome; ora ho qualche lieve fitta ai reni. Vi prego, ditemi che questa forte emozione non può aver danneggiato il mio bambino, sono molto in ansia. Grazie. Elisa (18+3)
elisa

Gentile Elisa, mi spiace davvero per la notizia dal forte impatto emotivo. Non potendoti visitare posso solo darti delle indicazioni, le perdite possono essere urina, secrezioni vaginali, liquido amniotico. Delle tre possibilità la terza è la meno augurabile. Le perdite di urine invece potrebbero associarsi al tuo sintomo lombare facendo sospettare un problema urinario. Ti o spiegato queste cose perché tu possa capire che senza esame clinico e strumentale io posso solo formulare ipotesi mentre dubbi importanti come il tuo richiedono certezze quindi sulla base di quanto mi scrivi un controllo è d'obbligo.

Riguardo alla risposta n.2211 (gestosi), purtroppo conosco il problema per via di amiche che l'hanno avuto (fortunatamente senza conseguenze per loro e i loro bambini). Ancora l'ansia non ce l'ho, però so che, nel centro diagnostico dove andrò a fare la morfologica fra 3 settimane, insieme all'ecografia fanno un'analisi (non ho capito quale) che valuta il rischio di gestosi. Questo mi ha fatto pensare che adesso la gestosi sia curabile o possa essere prevenuta con farmaci, altrimenti non vedo il motivo di mettere in allarme le mamme se non si può fare nient'altro che far nascere i bimbi in anticipo. Penso che sappiamo tutte che bisogna tener controllata la pressione e fare regolarmente le analisi, per questo non capisco l'utilità di una simile diagnosi.
Chiara

Probabilmente ti riferisci alla possibilità di depistare le trombofilie e che se diagnosticate possono essere trattate con buoni risultati. (gli esami tra l'altro si possono fare anche prima della gravidanza) Però la tua domanda era 'nel caso si sospetti una gestosi....' mentre ora stiamo parlando di fattori di rischio.

Buongiorno a tutti, sono alla 22+6 e da un mese assumo vasosuprina ogni 12 ore per dei doloretti che avevo. Da una settimana però sono comparse delle contrazioni non dolorose e la mia ginecologa mi ha prescritto questo stesso farmaco ogni 8 ore e qualche giorno di riposo. Ho però notato un gonfiore vaginale e una sensazione di rigidità all'esterno dei genitali: sono causati dalla vasosuprina? Inoltre da qualche settimana non ho rapporti per paura che peggiorini la situazione: è un timore fondato oppure posso avere rapporti sessuali durante l'assunzione del farmaco se le contrazioni nel frattempo passano? Spero di essere stata chiara e vi ringrazion come sempre per la disponibilità.
Simona

Sul gonfiore dei genitali non mi risulta essere effetto collaterale del farmaco. Il tuo timore che i rapporti sessuali possano causare contrazioni è fondato ma nessuno meglio di te può sapere se questo avvenga o meno. Quindi si ai rapporti se questi non ti causano sintomi.

...volevo chiedere scusa, mi son accorta di aver scritto un po in maniera confusa.perdono!...l'endocrinologo in questione mi ha detto di terminare la cusa con dostinex, che avverra' lunedi prossimo, dopo di che di fare un mese di pausa e al che fare esami del sangue completi di tutto, e poi rmn alla sella turcica di nuovo...poi mi ha parlato di una possibile endometriosi...io sinceramente ho sbagliato a non chiedere bene a lui, ma ora non ne ho la possibilita, per prendere un appuntamento ci vuole almeno un mese di attesa...faro' cio che mi ha detto...ma lei cosa ne pensa?...mi avevano parlato di una semplice iperprolattinemia da stress e invece??...mi scusi ma sono un po agitata. Grazie mille in anticipo. Buon inizio settimana.
Alice

Alice, mi sono riguardato i precedenti messaggi e in assenza di microadenomi dell'ipofisi credo che quello che il collega intendesse dire è che se l'iperprolattinemia dovesse continuare nel tempo allora sarebbe necessario ripetere anche i controlli per tenere la situazione sotto controllo. Niente di più.

gent.mo Dott. grazie infinite per la sua cortese risposta, volevo chiederle se possibile un'altra cosa riguardo i miei 2° aborti da uovo chiaro. Volevo sapere se l'escherichia coli può esserne la causa visto che in forma più o meno lieve è risultata sempre dai vari tamponi effettuati negli ultimi anni, tanto che dopo svariatissime cure con antibiotici, la mia ginecologa mi ha consigliato di riequilibrare la flora batterica vaginale con capsule di lattobacilli senza più assumere medicinali. Potrebbe l'escherichia coli aver provocato un'endometrite ? Anche se al riguardo non ho sintomi particolari apparte una notevole difficoltà nel concepire . GRAZIE
rita

Ci vorrebbe più dello spazio a disposizione per rispondere in maniera completa ai quesiti posti. L'Escherichia Coli ha questo nome proprio perché abitualmente presente nel colon. Si tratta di un batterio tranquillo che molto raramente diventa patogeno magari in caso di ridotta risposta delle difese dell'ospite. Bisogna aggiungere che la sola presenza di un germe solo saltuariamente patogeno in assenza di sintomi non autorizza a pensare ad uno stato francamente patologico. Mentre la vagina è abitualmente popolata da molti microrganismi l'utero è di norma sterile. Una endometrite è una infiammazione non molto comune e che comporta una profonda rottura dell'equilibrio locale e caduta delle difese. Per fare una analogia nella bocca è possibile trovare ogni sorta di germe, nella gola è più raro ma per trovare batteri nei polmoni ci vuole uno stato patologico grave e per niente frequente. Tutto questo per dirle che una endometrite da Escherichia in una donna in buona salute e magari per due volte è cosa molto molto poco probabile.

Gentilissimo Giulio, le avevo scritto per un problema di caviglie gonfie ed una probabile contrazioncina riflessa (così l'ha chiamata) notturna. Da quello che mi ha scritto mi sono un po' preoccupata, le caviglie non sono molto gonfie, durante questo week-end non ho fatto molti sforzi e le caviglie erano normali, il gonfiore non potrebbe essere dovuto solo al fatto che lavoro tutto il giorno seduta? l'ultima volta che ho misurato la pressione il 5/01 era 80-120. Inoltre volevo chiederle se è normale aver avuto questa contrazione o devo dirlo al ginecologo? questa notte mi è capitato di svegliarmi perchè sentivo un dolorino sulle costole ero in dormiveglia ma mi sembrava come se stesse per venirmi un dolore forte proprio lì e ho tirato un sospiro, mi sono girata sull'altro fianco e tutto è passato, poteva essere anche questa una piccola contrazione poi passata? Scusi per le domande, grazie x le risposte...Silvia
silvia

Niente paura, quello descritto sembra proprio un dolore intercostale e per le caviglie prova ad alzare il letto dalla parte dei piedi (spessori sotto la rete o le zampe e NON cuscini sotto le gambe) di 5-10 cm.

Buonasera. Ho già precedentemente scritto, ma probabilmente avrò errato nella procedura e non vi è giunta la mia domanda. Non avendo ancora incontrato il gine, approfitto della vs disponibilità per porvi nuovamente i miei dubbi. Ho 41 anni, prima gravidanza (quindi decisamente inesperiente) e all'eco effettuata alla settimana 27+1 viene sottolineato che il liquido amniotico è nella norma, ma la placenta (anteriore)è di 2°. le misure della bimba sembrano nella norma (in mm: dbp 66, dfo 86, cc 241, cervelletto 30, dam 71, ca 225, femore 53, omero 49. peso stimato 940 gr). A causa della posizione di alcuni miomi il cesareo è dato praticamente per certo. Cosa significa placenta di 2°? se è un dato negativo posso fare qualcosa (alimentazione, riposo) per impedire un peggioramento? in base alla vostra esperienza cosa può accadere? Vi ringrazio infinitamente per le vs risposte sempre professionali, ma anche caratterizzate da tanta sensibilità. Giovanna
Giovanna

Non si tratta di un dato particolarmente negativo, si tratta semplicemente del fisiologico invecchiamento di un organo (la placenta) caratterizzato da grandi riserve funzionali. Puoi condurre una vita del tutto normale e non sevono ne riposo ne terapie.

Gentile dottore ultima mestruazione 07/08/2006 21+3 età gestazionale effettiva 22+2 in data 04/01/2007 ho eseguito la morfologica le misure del bimbo sono le seguenti DBP mm 57- DFO mm 69- CCmm 207- CERVELLETTO mm 22- DAMmm 61- CA mm191-FEMORE mm 38- OMERO mm 36 - PESO FETALE grammi 600 - LUNGHEZZA FETALE cm 27. NELL'anatomia dell' apparato uropoietico si apprezza : reni bilateralmente in sede, le cui dimensioni sono corrispondenti alle nostre curve di crescita . entranbi gli organi presentano una modesta distenzioni delle pelvi che, in entranbi i lati, non eccede il centimetro.I calici non sono dilatati.Il parenchima non è assottigliato.Il quadro è riconducibile, pertanto ,ad una idronefrosi di grado 1 della classificazione Fetal Urology ASSOCIATION. Il reperto non riveste alcun significato malconformativo. Siccome io soffro di uno squilibrio metabolico di cistina con cui sono nata ,che mi ha portato nel corso degli anni a molti interventi per calcolosi renale cistinica bilaterare plurirecidivante, con non poche sofferenze, ora anche se i medici dicono che non c'è da preoccuparsi perchè nei feti maschi è normale.Io non riesco più a dormire la notte perchè sono preoccupata che AL MIO PICCOLINO possa toccare la mia stessa sorte. Quando ho eseguito la morfologiga all'ARTEMISIA mi hanno scritto che l'accrescimento FETALE è nella norma, ma il mio ginecologo dice che il bambino è superiore alla norma mi può spiegare gentilmente con i dati che le ho inviato. Purtroppo vengo da una esperienza precedente tremenda dove alla 16 settimana mi hanno fatto fare un terapeutico per acrania del piccolo perchè incompatibile con la vita.Purtroppo mi ero affidata al medico sbagliato che non mi faceva fare nessun controllo al di là della visita nel suo studio e delle ecografie fatte da lei. Finchè di mia iniziativa ho scelto di fare la traslucenza nucale.Mi scusi dottore per lo sfogo era per farle capire il mio stato d'animo. La ringrazio di cuore .
SABRINA

Andiamo per gradi, l'apparato urinario dei maschietti è un poco più 'lungo e tortuoso' e quindi qualche difficoltà alla partenza è reperto piuttosto comune. Il dato ecografico che descrivi è destinato a risolversi prima della nascita in una altissima percentuale di casi. Capisco il tuo stato d'animo ma questo non mi sembra proprio un campanello d'allarme.

Gent.dott.vi ringrazio per aver risp. alla mia precedente domanda,ho effettuato degli esami per la poliabortivtà risultati tutti nella norma ma il mio gine mi ha detto che cmq in una futura gravidanza dovrò prendere l'aspirinetta,perchè anche dopo una gravidanza riuscita nel 2000 ed una interrottasi alla 17 settimana è meglio prevenire,le chiedo è normale?potrebbe ricapitarmi?
natalia

In ordine: Non si è trovato nulla quindi inizio favorevole. La prevenzione con ac. acetilsalicilico è semplice e poco costosa quindi se il tuo medico te la prescrive perché non farla. Potrebbe ricapitare? Purtroppo si anche senza aver identificato una causa predisponente agli aborti sei sempre come qualunque altra donna a rischio di averne ancora.

Gent.mo Dr.Lanzi La ringrazio precedentemente per le informazioni che vorrà fornirmi riguardo al mio quesito.Ho effettuato oggi 16/01/2006 l'ecografia cosidetta di accrescimento a 32+3 sett.(anche se secondo i miei cacoli sarei a 33+2)e i parametri riscontrati sono:D.B.P.82,3mm/CC 307mm/CA 290mm/Femore 62,2mm/Tibia 54,7mm/Omero 55,5mm/Radio 46mm/Flussimetria Doppler Art.Omb.:I.P. 1,2 Peso stimato 2070 alla nascita 3400.La mia domanda:lìecografista dice che rispetto alla morfologica dove i valori era superiori alla norma fino al 95° percentile ora sono sempre leggermente superiori ma l'andamento della crescita è diminuito sensibilmente visto che se avesse continuato con quel ritmo probabilmente alla nascita sarebbe pesato forse oltre i 4500 gr..Lui mi consiglia un controllo a 36 sett.per vedere se magari la placenta è un pò invecchiata o se ha solo diminuito la crescita.Lei che cosa ne pensa,devo preoccuparmi?!!Grazie e saluti
Romina

No non deve preoccuparsi ma ha ragione il collega a volere ricontrollare la situazione. Per la datazione cosa dicevano le prime ecografie? La morfologica è stata fatta dallo stesso operatore e con lo stesso apparato?

Gent.mo dott. Lanzi buonasera. Ho 35 anni e a seguito IVG x trisomia 21 il ginecologo ha prescritto (soprattutto su mia insistenza) a me e a mio marito l'esame del cariotipo ed eventuale consulto genetico. Ho chiesto questo perchè mi sembra di aver letto da qualche parte che in un qualche caso di trisomia potrebbero essere la madre o il padre portatori sani di questa patologia. Il mio ginecologo dice che purtroppo quello che mi è successo è stato un errore della natura e che non dipende nè da me nè da mio marito. Secondo Lei con questo esame (cariotipo da metafasi linfocitarie...così è scritto nell'impegnativa) riesco a fugare un po' i miei dubbi? Desidero moltissim un bimbo e vorrei affrontare un'eventuale gravidanza senza dubbi, se e ma!!! Ho davvero tanta paura che la prossima volta si potrebbe ripresentare lo stesso problema! La ringrazio davvero di cuore per la Sua sempre squisita gentilezza! Grazie davvero
MARA

Ha ragione il medico la trisomia 21 dipende da una incorretta divisione dei cromosomi e non da un difetto genetico dei genitori e quindi si deve per forza fare esami a gravidanza avvenuta. Non essendo però la trisomia 21 l'unico problema genetico possibile una consulenza genetica sui genitori aumenta la comunque gli elementi su cui ragionare per la salute di un futuro nuovo arrivato.

il mio gruppo sanguigno è B+ sono alla 10 settimana di gravidanza e il risultato del test di coombs indiretto è risultato positivo con presenza di anti Kell 1:128. Ho già un bimbo dal 2004 e all'epoca era tutto ok. A che cosa vado incontro? Ho l'appuntamento con il ginecologo domani, ma l'attesa è snervante. La ringrazio per la risposta.
manuela

Si tratta di anticorpi contro i globuli rossi fetali qualcosa di simile a quello che succede nella incompatibilità rh materno fetale. Se l'esame sarà confermato. Si tratterà di monitorare con attenzione la salute del feto (possibile anemia) e se necessario avvertire il pediatra alla nascita della situazione. La cosa può avere un decorso molto variabile da poco sintomatica fino ad anemie importanti. Tienimi aggiornato.

Buongiorno, la mia domanda è questa: ho partorito il 3 dicembre e ho avuto le perdite post parto fino ai primi di gennaio. Da ieri, però, sono ricominciate, come fossero mestruzaioni. Dato che sto allattando, posso pensare che si tratti comunque di mestruzioni o di un 'ritorno' delle lochiazioni? Grazie come sempre.. Chiara
chiara

Chiara, che sia un ritorno del ciclo è possibile ma improbabile e le lochiazioni non dovrebbero ritornare a distanza di un mese. Chiedi al tuo medico se non ritenga utile un controllo ecografico.

Buongiorno, mi rivolgo ancora a voi per porre un quesito: ho avuto l'ultimo ciclo il 6 aprile 2006, ma già dal primo controllo ecografico il termine di gravidanza mi era stato spostato dall'11 gennaio al 21 gennaio 2007, perchè ho cicli molto irregolari. Mercoledì 24 avrò il mio primo controllo per gravidanza post-termine, e visto che non ho molti sintomi di parto imminente,volevo sapere entro quali termini di legge, se esistono,dovrò comunque fare il parto indotto. Grazie del supporto che mi avete fornito in questa mia prima gravidanza che, spero, sta volgendo al termine! Valeria
Valeria

Non ci sono termini di legge (non si può sottoporre nessuno a terapie senza consenso) ma solo protocolli di trattamento la maggior parte dei quali prevede di indurre il parto da 41 settimane a 41 settimane e qualche giorno.

Ho dovuto fare la curva a carico con 100 gr di glucosio in quanto la curva con 50 gr mi era venuta un pò alterata (139 e dava valore massimo 135). Adesso ho alla mano i risultati, vorrei sapere cosa ne pensa... sono partita con 0,73 poi 1,89 1,53 1,03. Dai valori di riferimento quindi ho sballato il prelievo dopo un ora che doveva essere massimo 1,80....
elena

Valori diciamo ai limiti alti della norma, non è escluso che il tuo medico riesca a tenere la situazione sotto controllo senza ricorrere a farmaci.

Buonasera, ho effettuato un'ecografia questa mattina, sono alla 30+4. I valori sono: dbp 76 mm, cc 269 mm, ca 238 mm, femore 58 mm, l.a. 51 mm , peso 1359 g.+/- 15%. L'ecografa mi ha detto che la bambina è un po' piccolina, quindi di rifare un'ecografia tra due settimane per vedere la crescita, specifico che all'inizio della gravidanza c'è stato un aborto interno del feto gemello ma la gravidanza è sempre proseguita bene.Potrebbe essere dovuto anche a questo il fatto che abbia dimensioni ridotte? Grazie in anticipo per la Vostra disponibilità. Simona
simona

Si in effetti è un poco sotto la media, se l'epoca gestazionale è certa (controlla le ecografie della 10ª-13ª settimana) allora si deve capire se è minuta di corporatura (tu e tuo marito come siete di corporatura?) oppure sia rifornita un poco meno. La cosa, come ti ha detto il tuo medico, si capisce valutando il tasso di accrescimento nel tempo. Non credo che il riassorbimento di un embrione possa influenzare la crescita.

Gent.mo dott.Lanzi buonasera. Io (35a) e mio marito (36a) stiamo cercando un bimbo. Quali sono i giorni più fertili (ho sentito dire i due prima e quello dopo l'ovulazione)? Per individuare meglio l'ovulazione vendono qualcosa in farmacia? Si può prendere l'acido folico in previsione di una gravidanza? Se si quante pastiglie al giorno? Ringrazio davvero di cuore Lei e il Suo staff.....siete preziosisssssssimi!!! Grazie
MARA

Dunque rapporti un giorno prima dell'ovulazione se questa è individuabile con precisione (doloretti, muco, o 14 giorni prima del giorno in cui si attende il ciclo), osservare prima 48 ore di astinenza. Se l'ovulazione non è prevedibile allora si può utilizzare la temperatura basale, appositi test venduti in farmacia, o ancora un lettore automatico computerizzato di stick ormonali sulle urine di quelli che vengono pubblicizzati come anticoncezionali (il costo però non è basso). In alternativa a tutto questo, visto che siete giovani, vivete spontaneamente e liberamente la vostra vita sessuale specie a metà ciclo la cosa sarà forse meno scientifica ma probabilmente più appagante e divertente. Per l'ac. folico nessun problema ma non posso fare prescrizioni e dosaggi (è in fascia A lo può prescrivere il medico di base).

Buonasera dottore ho una terribile paura oggi sono stata a casa di una vicina ,ma questa aveva il bimbo con la varicella . Adesso io non mi ricordo se l'ho avuta oppure no. Che cosa posso fare sono alla 18 settimane lei pensa che sia stata contagiata ? E se si cosa posso fare? la ringrazio infinitamente per la sua pazienza. Rita
rita

Intanto ricordo che la varicella è contagiosa da un giorno prima la comparsa delle bolle fino a massimo 4 giorni dopo. Il contagio è cosa rara e se possa danneggiare il feto a 18 settimane è ancora in discussione ma considerato molto improbabile, gli anticorpi materni lo proteggono e se infettato può avere la varicella in utero e guarire senza esiti come un bambino già nato. L'incubazione è di 10-21 giorni. In ogni caso è opportuno che informi il tuo medico.

Mi chiamo Simona sono a 31+5 mia figlia ha contratto la varicella 8 gg fa .Io sono sicura di non averla fatta (ho fatto l'esame antivaricella zotex ,non ho gli anticorpi).Da quando le e' stata diagnosticata sono stata il piu' lontano possibile.Lo scorso venerdi (a mia figlia e' comparso l'esantema il martedi prima) ho rifatto l'esame che e' risultato negativo Igm 0,23 .E' pericolosa la varicella a quest'epoca di gravidanza?
Simona

Come appena scritto a Simona, data la tua epoca gestazionale se contrarrai la varicella è possibile che anche il feto sia infettato ma risulterà protetto dai tuoi stessi anticorpi per poi guarire senza conseguenze. Se invece dovesse nascere prima allora potrebbe essere necessario iniettargli degli anticorpi (ma è solo un discorso teorico data l'epoca).

Buon giorno, ho sempre sofferto di acne, con pustole molto grosse e dolorose, spesso interne (tipo cisti) concentrate in zona mento. Mi hanno sempre detto che era legato a un fattore ormonale e infatti il fenomeno si accentuava in fase ovulatoria. Ora sono in gravidanza (16+5) e il problema non si è per nulla ridotto, anzi in questi giorni sembra addirittura peggiorato. Ma è normale? In gravidanza non dovrebbe migliorare il problema? Non può essere che qualcosa stia andando storto dal punto di vista ormonale? Un'ultima domanda: c'è modo di curare l'acne in gravidanza, ovviamente senza prendere farmaci? Grazie mille per l'aiuto. Loredana
loredana

Credo che se avrai pazienza col progredire dalla gravidanza il fastidio si attenuerà. Non penserei certo a 'qualcosa di storto' dal punto di vista ormonale. Farmaci come dici tu non ne userei ma prova ad usare solo sapone neutro molto diluito per lavare il viso ed evita assolutamente di intasare i posri con creme grasse o peggio cosmetici come il fondo tinta.

Buongiorno gentile dottore. In seguito ad un uovo chiaro ed a un a interno alla 8 settimana ho fatto degli esami specifici. Sono risultati il d-dimero 57 (valore max 50) Beta fibrinogeno presente allo stato eterozigote Pai 1 4G/4G (genotipo più frequene 4G/5G) Anti glico proteina igm e igg <3,70 (valori di riferimento <20.000) Il resto, fattore V di leiden, MHSR, trombina II ,altri esami di cui non ricordo il nome etc nella norma. Che ne pensa? Quale terapia pensa mi prescriveranno? E avrò una concreta possibilitià di avere un bimbo? Grazie mille M.
milena

Si hai possibilità molto concrete di diminuire i fattori di rischio per aborto. Le terapie sono semplici ed efficaci ma lascia che siano i medici che ti hanno in cura a prescrivertele.

Buongiorno, scrivo perché ho un dubbio atroce che mi fa vivere proprio male! Leggendo nei vari forum dedicati a chi cerca gravidanze ho letto che non è normale avere comparsa di spotting durante i 6/7 gg prima delle mestruazioni perché potrebbe esserci uno scompenso di progesterone. Il mio ginecologo mi ha prescritto il prometrium 400g da prendere dal 14gg del ciclo ma nonostante questo le perdite continuano ad esserci. Mi chiedevo se rimanessi incinta e veramente avessi uno scompenso di progesterone potrei avere problemi a portare a termine la gravidanza? E se confermata la gravidanza, questo scompenso fosse tempestivamente curato potrebbero esserci comunque problemi? Chiedo questo perché ho paura che durante la mia prima gravidanza il mio ginecologo non abbia fatto la diagnosi giusta e per questo ho dovuto subire il raschiamento. Grazie in anticipo.
Monica

La carenza di progesterone nella seconda fase del ciclo non è molto frequente nelle donne giovani ed è facilmente individuabile con un dosaggio ormonale. In ogni caso è facilmente supplementabile senza effetti collaterali di rilievo.

Buongiorno, sono alla 19+2 sett. (u.m. 12/09/06), ma, nonostante io mangi parecchio, sono dieci giorni che il mio peso è stabilizzato a 52.3 Kg (partivo da ca. 47-48 e sono alta 1.50 scarsi): è normale che io non prenda peso? Tenga presente che prima di restare incinta, pur mangiando non ho mai superato i 49.5. E poi come mai sul diario della prenatal risulto di 20 sett., ma dai conti risulto di una settimana in meno? Ne ho persa una per strada? E come mai non sento nessun movimento, nemmeno quasi con lo stetoscopio (dove sento più che altro gorgoglii)? Ho solo dei mal di schiena fotonici e doloretti simil mestruali, in più ogni tanto la pancia mi si tira diventando dura e poi si rilascia. Non è doloroso, ma fastidioso... Non volevo chiamare il dott. per queste due cosine, che mi sembrano più che altro mie paranoie, ma ditemi se è il caso che gli dia uno squillo... Grazie per la risposta. Buon lavoro.
Roberta

E' normale, l'aumento di peso non è sinonimo di gravidanza sana. Con lo stetoscopio non si aspetti di sentire molto, servirebbe un sistema doppler. Sei a 19 sett. e due giorni cioè in corso ventesima settimana.

Dott.Giulio Lanzi

Medico Chirurgo Specialista in ginecologia e ostericia
Iscrizione Ordine dei Medici di Roma n°47912
Partita Iva 07851481007

Contatti

Via Costantino, 94
Roma - Zona San Paolo
06.51600500

realizzazione trh | tutti i diritti riservati | © 2019